Rally Matematico Transalpino

Il RALLY è una gara di matematica per classi. È rivolta agli alunni dalla classe terza della scuola primaria alla classe seconda della scuola secondaria di 2° grado.

È nato nel 1992 in Svizzera e ben presto si è esteso ad altri Paesi (Italia, Francia, Lussemburgo, Svizzera, Quebec, Repubblica Ceca, Israele). In Italia ci sono varie sezioni dell’Associazione Rally Matematico Transalpino (ARTM).

I responsabili internazionali del RMT sono Lucia Grugnetti (Unità locale di Ricerca didattica, Dipartimento di Matematica dell’Università di Parma) e François Jaquet (Math- Ecole, IRDP – Neuchâtel, Svizzera).

Il nostro Istituto fa capo all’Università di Parma e con gli anni è attiva una stretta collaborazione tra gli insegnanti di Cadeo e Pontenure e Daniela Medici e M. Gabriella Rinaldi che al Dipartimento di matematica coordinano il Rally e collaborano con diverse scuole di ogni ordine e grado come esperte di didattica. Una rappresentanza del nostro istituto è presente da due anni  al convegno internazionale dell’ARMT che quest’anno si è tenuto a Bourg-en-Bresse (Francia).

Il rally si propone, tra i suoi obiettivi, di:

  • fare matematica attraverso la risoluzione di problemi

I problemi proposti, motivanti per gli alunni, propongono situazioni per le quali non si dispone di una soluzione immediata e che conducono ad inventare una strategia, a fare tentativi, a verificare, a giustificare la soluzione.

  •  sviluppare le capacità di lavorare in gruppo sentendosi responsabili

La classe si suddivide in gruppi ognuno dei quali si assume il compito di risolvere uno o più problemi. Gli alunni hanno l’occasione di imparare ad organizzarsi, dividersi il lavoro, gestire il tempo, apportare il proprio contributo, accettare quello degli altri e poter comprendere i loro punti di vista, lavorare insieme per un fine comune.

  •  imparare a “parlare di matematica”, a spiegare idee e procedimenti

Gli alunni hanno l’occasione di discutere sull’interpretazione del testo del problema, sulla scelta delle strategie risolutive e sulla rappresentazione più opportuna, di sostenere le proprie affermazioni, di verificare il lavoro svolto.

Se per qualcuno la matematica è un vero incubo, per qualche altro è motivo di grande curiosità ed interesse. E’ con questo spirito che alcune classi dell’Istituto partecipano alla gara e alle sperimentazioni guidate da professori dell’università di Parma e dal gruppo di coordinamento dell’RMT. E’ particolarmente stimolante per i nostri alunni sapere che ciò che fanno e pensano non solo è interessante e motivo di studio e riflessione da parte dei loro insegnanti, ma anche per i matematici quelli con la “emme maiuscola”.

Grande attenzione in tutte queste attività e rivolta al linguaggio! Come??? -potrebbe obiettare qualcuno- Stiamo parlando di matematica! Non di linguaggio!! La relazione è più stretta di quel che appare e soprattutto all’interno dei problemi del Rally viene chiesto agli alunni di spiegare la soluzione adottata, di motivarla attraverso lo scritto, di sostenere la propria scelta! D’altra parte un linguaggio preciso, sintetico e nello stesso tempo diversificato, in quanto anche la matematica ha a disposizione tante modalità di rappresentazione, è sinonimo di idee chiare!

Link di riferimento: http://www.math.unipr.it/~rivista/RALLY/home.html

Nell’a.s.2014-15 la classe 3A della scuola primaria di Roveleto ha disputato sabato 23 maggio 2015 la finale del 23° Rally Matematico Transalpino che si è tenuta al Campus Universitario di Parma ed ha vinto!

IMG_5162